Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
20 ottobre 2020 2 20 /10 /ottobre /2020 22:38
La vita oggi è come una girandola legata al balcone, gira col vento di una gioia perduta. L'ansia degli uomini è sempre più vaga e meno assente, all'alba tutto ruota intorno all'esibizionismo, si vive il crollo col desiderio ambiguo della materia. L'orizzonte, non è più un angolo infinito, il mare, a volte ondeggia da solo, la massa sociale sa che sopravvivere è un lusso. La bellezza evapora come pioggia e ogni notte perde la sua goccia di dono naturale. La morte non è più ignara, ma virtuale, perchè oggi tutto sembra non aver posto. Il sentimento è raro, l'amore affonda, il silenzio è inaspettato e un giorno ha celato l'anima del mondo, nel tempo ti accorgi che vai avanti, ma non c'è cura e smarrisci l'esistenza. La ragione di vita lotta contro le ore dei sogni. Ogni giorno respiri l'aria che tracolla dentro la tua maschera infetta. Da ogni confine guardi una nuvola annerita, cresci e perseguiti una, mille soluzioni, ma la competizione spiaggia a riva ed intravedi l'onda dell'angoscia, allora capisci che vivere non è più una gloria, ma è diventato il quadro clinico di un danno, addosso hai un brivido confuso, ma di sicuro non è la realtà. L'odierno ha degli schemi duri, tutto ruota nei social e tra stupidi commenti noti quanto sia misero un discorso serio, leggi e realizzi quante parole siano influenti, nei riscontri osservi il dato e leggi di una società priva di empatia. Quante vite desiderano un momento di riservatezza, quante donne si svendono col sesso surreale. La parola, un tempo, era una voce che dal cuore arrivava nell'azzurro del cielo e, col filo di una prosa, tracciava una vena poetica, una poesia, da terra affiorava il volo di un gabbiano, la notte era un bella magia, narrava la storia di una stella caduta sul velo di una giovane dea. Oggi nemmeno la fede da conforto, non ha un vero spirito, l'essere crede solo al Dio denaro, l'uomo svia anche la sua anima, cercando di beffare il destino. Una bambina vende le sue favole e diventa donna troppo in fretta, cresce col senno di una macabra incertezza.
La felicità di un tempo ogni giorno si perde, l'era di oggi si crede evolutiva, copre e nasconde le virtù di ieri, quando un tempo la bellezza risplendeva liberamente come la luce immensa dentro gli occhi di una madre.
Condividi post
Repost0
7 dicembre 2018 5 07 /12 /dicembre /2018 08:42

Da cosa sei attratta, dalla vita o dall'amore,
dalla materia, oppure non sai coincidere 
l'entusiasmo con la passione, 
non so quanto tu sia grata al destino, 
ma se mi stai vicino e ali gli occhi al cielo
potrai sentir battere il mio cuore con il vento sui prati e
tra i fiori e tutte quelle nuvole sparse, 
disperse sul viso, mi ritroverai, mi penserai e accoglierai i colori del giallore, l'alba di quella luce infinita filtrata al sole, 
io sarò un soffio e tu amerai il mattino, accarezzerò il tuo sonno 
con quella piccola pioggerellina che all'alba guizza lentamente,
a terra e sulle foglie, ammorbidendoti le guance sul cuscino, mi vedrai sognando e sentirai il mio sorriso dir che la vita è favolosa e dona giorni vivi di passione. Mio grande fragile amore non devi temere di armonizzare l'anima con questo piccolo cenno d'amore.

Condividi post
Repost0
19 giugno 2018 2 19 /06 /giugno /2018 13:43

Dalla mia stanza annoto il mondo, trascrivo la sua parte lesa, ogni speranza sembra una ferita lacerante, il dolore urla da dentro e passa da una via oscura, il bisogno umanistico arriva sull'altare di un Dio denaro. Ormai la felicità ha dei contorni piazzati, il business dei sazi e la povertà di quelli sopravvissuti e rinchiusi, ogni giorno dentro una pennellata di fortuna. La bontà ammaina le sue vele, l'esigenza emigra con la sua totale ricchezza. L'anima del mondo si affida alla materia, il mattino prega e assorbe un sapore acro, infettivo, la confusione avanza e va a passo con il comune, la società annusa il profumo del denaro, la benevolenza è ormai un fiore marcio, dipinto nell'angolo nero, un atto fragile e lontano, crudo agli occhi del tempo, lo sento così distante, scrivo e lo sottolineo rinchiuso con tutte le buone maniere, quelle che un tempo potevano ottener tutto, ma adesso sono sol un raro privilegio di pochi. Solo la minoranza riscontra, nella vita, un immenso valore. L'odierno affonda, cala, va a picco su un fondo di basso equilibrio, la stabilità esonera il suo equilibrio e la si riscontra ogni istante nei media. La violenza riversata per strada, un mare invaso dalla plastica, un cielo fitto e trafitto di fumo, nel mondo si muore pur di ottenere una vita normale o colma d'averi. E anche io qui, collocatomi al disastro, da colpevole descrivo tutto ciò in una fine e denuncio l'inizio di un'incorreggibile e malata disperazione, invaghita di gioia. Chi è pronto a svestire la propria immagine, estenderà la mano oltre il confine dell'anima e vivrà lontano, lontano da questo atrio, ormai ricoperto di materia.
Salvatore Ciaramella

Condividi post
Repost0
21 maggio 2018 1 21 /05 /maggio /2018 08:52

Sorridi al sole, 
giorno per giorno, 
amati, sogna, 
cura la vita 
con il senso della
pace, sii felice,
perchè io sono 
dentro quella 
goccia di poggia
e quando cadrò 
non sarò più 
al tuo fianco, 
ma vivrò dentro 
l'eterno amore 
di ogni nostro momento.

Condividi post
Repost0
11 marzo 2016 5 11 /03 /marzo /2016 18:52

Poesie e note

Cuor d' oro e porte sfitte
nelle mie ore frantumate,
dure, dalle lunghe linee di durezze.
Angoli di anime, vita cos'ho che io temo,
tu, mio pavido tempo, non mi dai,
cos'è che nella via gelida fluisce
e si appassisce nella mia malattia,
dammi, fai presto,
appresta e non destar il mio segreto,
dammi o mio pensiero,
son un debole o cosa vuoi,
suono il tuo suono sconosciuto
dal balcone illuso.
Al dì che prese il mio talento
d'orgoglio e si nascose dentro
il sonno, ora puoi e poi che taci,
ho un anima che canta e dov'è
la mia spinata sferrata e sfrenata
lusinga d'azione, ne ora e ne mai
non vorrei una spinta, ma una figlia da credere e crescere sposa di vita

Condividi post
Repost0
11 marzo 2016 5 11 /03 /marzo /2016 18:50

E' passato un anno,
un anno, che manda
te nei tramonti, nei ricordi,
ti getta lontano,
anche se t'amo,
ti amo e non occorre pensare,
pensarti, si perchè tu sei qui,
dentro di me, ti suggerisce il cuore,
mia donna, mio povero unico amore

Condividi post
Repost0
11 marzo 2016 5 11 /03 /marzo /2016 18:49

Dietro i bui dell'orizzonte

Qualora la vita davanti a te
venisse e ti trovasse sprovvista di un sorriso,
qualora il tuo cuore non facesse rumore,
tu, amore, non ti fermare
perchè qualora gli angoli di bocca si smarrissero
nella limpidità del giorno, tu, amore, ancorati e prendi
forza dai tramonti,
calcati di luce della nottata,
superati i bui dell'orizzonte e dell'indescrivibile,
traccia i tuoi tratti di tristezza
con l'ardore dei passi dell'anima
di una donna che va lontano, anche lungo
la sua deriva, tu puoi tutto, anche da sola,
vai e non pensare, anche se sarai davvero sola,
non ti fermare, corri amore,
separa le speranze della vanità,
sii te stessa, sarai
abile a scavalcare ogni diga e ogni forma d'ostacolo,
osati addosso il coraggio, versalo in un mare per i tempi oscuri,
rilega la luce e vedrai di nuovo la vita,
legala al tuo tempo e fanne un tempio di benevolenza,
viviti ogni oblio, ma che sia parte voluta.

Dietro i bui dell'orizzonte

Dietro i bui dell'orizzonte

Condividi post
Repost0
11 marzo 2016 5 11 /03 /marzo /2016 18:46

Chiove stanott',
me par ca chiagne
stu' ciel e 'amare,
chiov e io me sent strano,
pa gioia ca sent e s' allontana,
Chiove quasi comm' si stesse
mezz'ore miezzo o mar,
chiov e tutt me fa mal.
No, no, nu teng o sale,
nu tengo ch'ella forza dint a vita mi,
cammina senz e suonn,
ormai senz' e te mamma mi,
me manca, me manc tu' mamma
e tutto manca dint a vita mi,
n' dormo, affacciat
a' stu' balcone stanotte, tè cerc chiu do sole anima mi.

Mamma

Mamma

Condividi post
Repost0
11 marzo 2016 5 11 /03 /marzo /2016 18:44

Non so dove e cosa ho,
ma mi sei dentro e ti sento addosso,
come una lacrima
che si tuffa confusa e felice
e lontano non è mai distante,
se tu ci sei, perchè tu per me sei
l'aria, che traccia il mio mondo e
che mi arriva al respiro, con te so solo
amare, amarti e se tu mi vieni incontro,
io so solo dir che t'amo e non so da dove parte,
da dove parti in tutto questo amore,
che so solo descrivere e non dire,
perché non saprei descriverti quanto è grande questo nostro amore.

amore

amore

Condividi post
Repost0
22 dicembre 2015 2 22 /12 /dicembre /2015 10:36

Cure, a malincuore
soffro, io ne soffro,
sofferente è la mia anima
taciuta e taccio, do' urli
al silenzio, son pazzo, non ci sei
e t'osservo, bella d'anima e d'attesa, si,
vellutata e nuda, influente
e dolorosa sui miei
pensieri di fuoco, ti vesti e cammini
sui lati ardenti, spinata e
pungente sulla mia ferita
e versi le mie cure su lacrime
sontuose. Mi getti nel torpido
in un tempo grigio, sei qui
accanto alla mia ombra
e getta pure per terra i miei principi,
crocifissi e caduti
su di te, che dea sei di disperazione,
mi muori dentro sui fili disperati
della tempesta delusa,
ma io ormai son solo e matto e non ho orbita,
perché, tu manchi, sei e sai per me
cos'è amare, tuoni, tuona tutto dentro me,
se l'aria sussurra il tuo nome,
un vortice sventola un vento all'amorevole
mia notte malinconica, che parte per me
e non da' cure, ma arie nere di notturni
amalgamati e rocciosi di parole
dentro l'aria persa dei tuoi occhi,
mia venere, venerata di versi fluenti
e sbigottiti, di azioni e lunghe mie follie,
di cuor ed anima da dove sbarco e sbatto
un sole angolato di metafore
e dizioni, metto punto.
Sei mia, bella razione di ricordo d'amore.

Condividi post
Repost0